Aprile 22 2022 0Comment

Premiati a Trieste gli atleti regionali reduci dai giochi olimpici e paralimpici di Pechino 2022.

Per il presidente del CONI FVG Brandolin un dovuto riconoscimento a questi nostri ragazzi.
Il presidente di Eyof 2023 Dunnhofer ha consegnato agli olimpici la polo ufficiale dell’evento.

Giovedì 20 aprile, il Salone di rappresentanza della Regione Friuli Venezia Giulia, in piazza dell’Unità d’Italia a Trieste, ha ospitato la cerimonia di riconoscimento dedicata agli atleti del Friuli Venezia Giulia che hanno partecipato alle Olimpiadi invernali di Pechino 2022.

Questo momento celebrativo è un ringraziamento che tutto il movimento sportivo regionale rivolge a questi nostri atleti che ci hanno rappresentato con entusiasmo e successo ai Giochi Olimpici invernali in terra cinese. Queste le parole del presidente del Coni FVG, Giorgio Brandolin che, in collaborazione con la regione, ha organizzato questo momento celebrativo.
Nel corso delle premiazioni è intervenuto, con un videomessaggio di congratulazioni, anche il presidente del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, che ha esaltato il valore dello sport come competizione positiva capace di affermarsi anche nel tempo difficile della pandemia e lo spirito di squadra dimostrato dai nostri atleti. Atleti che, come è stato rilevato dall’assessore allo Sport, hanno saputo combinare talento e volontà per poter raggiungere il soglio olimpico.

L’assessore regionale allo sport, Tiziana Gibelli, ha voluto sottolineare il fatto che questi ragazzi e ragazze sono un esempio degno di emulazione in una regione, il Friuli Venezia Giulia, che è ai vertici nel rapporto non solo tra popolazione e atleti olimpici ma anche tra popolazione e medagliati dei cinque cerchi. Nel prossimo triennio, ha ricordato la Gibelli, il Friuli Venezia Giulia sarà impegnato a livello internazionale con due importanti eventi, uno sportivo e uno culturale: da Eyof 2023 in programma tra dieci mesi fino a Nova Gorica-Gorizia capitale della cultura. Lo sport è, esso stesso, cultura ed ecco perché gli atleti olimpici saranno coinvolti negli eventi del 2025.

I premi sono toccati dunque a Giada Andreutti, Raffaele Buzzi, Lara Della Mea, Davide Graz, Alessandro Pittin, Cristina Pittin, Mattia Variola e Martina Vozza, atleta paralimpica, mentre non hanno potuto essere fisicamente presenti nel Palazzo della Regione Martina Di Centa e Lisa Vittozzi. Riconoscimenti sono stati assegnati anche alle testate giornalistiche Rai Tgr Fvg, Il Piccolo, Il Messaggero Veneto e Il Gazzettino per la copertura assicurata alle competizioni olimpiche in cui si sono impegnati gli atleti del Friuli Venezia Giulia e a Peter Gerdol, triestino di nascita e tarvisiano d’adozione, direttore generale della coppa del mondo di sci alpino femminile della Federazione internazionale dello sci.

Alla consegna dei riconoscimenti sono intervenuti, tra le altre autorità, il prefetto di Trieste e commissario del governo Annunziato Vardè, il presidente del Consiglio regionale, Piero Mauro Zanin, la vicepresidente del CIP regionale (Comitato italiano paralimpico) Maria Moratti e il presidente di Eyof 2023 Maurizio Dunnhofer che ha omaggiato tutti i premiati con la polo ufficiale del Festival Olimpico della Gioventù Europea che si terrà in regione dal 21 al 28 gennaio del prossimo anno.

_________________

Foto: Maurizio Dunnhofer, Peter Gerdol e Stefano Ceiner che ha anche presentato la cerimonia.
          Gli atleti olimpici regionali reduci da Pechino 2022.